Un'attesa lunga e paziente che alimenta e sfoggia il massimo di se durante i pochi, ma magici, mesi all'anno

LA SELVAGGINA MIGRATORIA

Il territorio della riserva, geograficamente posizionato ai piedi della montagna in zone precollinari è da considerarsi estremamente interessante per le rotte di passo riguardanti il flusso migratorio. 

Nel periodo autunnale infatti è garantito un'importante transito del tordo bottaccio, sassello, cesena e allodola. L'azienda da la possibilità ai suoi clienti di cacciare tale migratoria consentita in appostamenti temporanei collocati ai bordi di zone boschive, in terreni di stoppie e risaie tagliate che, grazie alla pastura presente, garantiscono una presenza significativa di tali migratori!

LE ZONE UMIDE

LAGHI - FIUMI - RISAIE 

​​La riserva dispone di ampie zone umide nelle quali viene praticata la caccia ad anatidi e trampolieri. In tali territori vengono attrezzate tese per l'aspetto serale agli acquatici e vengono messe a disposizione dei clienti quotisti vasti territori di stoppie e risaie per la caccia al beccaccino.

Infine, ma non per ultimo, è molto frequente l'incontro con la "regina del bosco" sua maestà la beccaccia!